Rientri in Sicilia, le misure di contenimento

Ecco le disposizioni del 21 giugno 2021 del Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci

Articolo 1 (Istituzione di presidi sanitari presso porti ed aeroporti)

  1. In aggiunta alle vigenti misure di prevenzione e di monitoraggio del contagio, al fine di consentire la tempestiva individuazione della diffusione di varianti del virus Sars-Cov-2, è dato mandato ai competenti Organi sanitari di procedere, nei modi e termini ritenuti efficaci, alla organizzazione di presidi sanitari, presso porti e aeroporti, per effettuare su base volontaria tamponi a tutti i soggetti che fanno ingresso nel territorio regionale.
  2. Premesse le ordinanze del Ministro della Salute del 14 maggio 2021 e del 18 giugno 2021, i soggetti provenienti in Sicilia dai Paesi di cui all’elenco “E” (ww.salute.gov.it) e sue modificazioni e/o integrazioni, compresi tutti coloro che abbiano soggiornato e/o transitato in detti Paesi nei 14 giorni precedenti all’arrivo nel territorio siciliano, hanno l’obbligo di sottoporsi al tampone secondo quanto disposto dal precedente comma.

Articolo 2 (Disposizioni finali)

  1. La presente Ordinanza, con efficacia fino all’1 settembre 2021, e pubblicata, anche con valore di notifica individuale, nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana e sul sito internet istituzionale della Regione Siciliana. Per adempimenti di legge, inoltre, viene trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, ai Prefetti, ai Comuni.
  2. La mancata osservanza degli obblighi di cui alla presente Ordinanza comporta le conseguenze sanzionatorie previste dalla legge.
  3. Avverso la presente Ordinanza è ammesso ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale nel termine di giorni sessanta dalla comunicazione, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di giorni centoventi.
Ordinanza contingibile e urgente n°71 del 21.06.2021