Il Commissario ad Acta

Giuseppe Liberti

L’Ufficio del Commissario ad Acta è una componente strategica regionale per il contrasto alla pandemia. La struttura commissariale coordina e pianifica tutte le iniziative necessarie per gestire il fenomeno epidemiologico sia per quanto riguarda l’Azienda sanitaria provinciale che per le Aziende ospedaliere. A capo dell’Ufficio commissariale c’è il dottor Giuseppe Liberti, dirigente medico infettivologo di lunga esperienza, coadiuvato da uno staff a supporto della sua attività. Liberti è stato nominato, con decreto n. 380 del 7 maggio 2020, dall’Assessore alla Salute della Regione Sicilia Ruggero Razza. In qualità di Commissario ad Acta per l’Emergenza Covid-19, per l’Area Metropolitana di Catania ha gestito e continua a gestire l’emergenza.

Nella sua peculiare organizzazione e programmazione lo staff commissariale ha progettato e sviluppato un applicativo attraverso il quale è possibile conoscere ogni fase del percorso epidemiologico – clinico e statistico di ogni singolo assistito. Ad occuparsi, poi, della sorveglianza è il “Contact tracing”, che prende in carico il soggetto positivo e ne traccia tutti i contatti avuti prima del contagio. I test rapidi e/o molecolari contribuiscono a individuare e isolare i contagiati. Tutti i soggetti positivi, siano essi in quarantena nella propria abitazione oppure ricoverati in una struttura ospedaliera, vengono costantemente assistiti e monitorati.

Il ruolo del commissario è centrale. Spetta a lui tenere sotto controllo l’andamento dei contagi, segnalare le criticità, ad esempio quando vengono scoperti dei focolai, determinare in base ai dati raccolti l’incremento di servizi e personale medico, a cominciare dai drive in mobili e permanenti per effettuare i tamponi, agli hub vaccinali per immunizzare la popolazione. Tracciare, isolare e vaccinare sono le tre componenti importanti per il contrasto efficace del coronavirus.

CV dott.Giuseppe Liberti