I coronavirus (CoV), così chiamati per le punte a forma di corona presenti sulla loro superficie, sono un’ampia famiglia di virus respiratori che possono causare malattie da lievi a gravi, dal comune raffreddore a sindromi respiratorie come la MERS (sindrome respiratoria mediorientale, Middle East respiratory syndrome) e la SARS (sindrome respiratoria acuta grave, Severe acute respiratory syndrome).

Il coronavirus 2019-nCoV (ora identificato come SARS-CoV-2) è un nuovo ceppo, comparso alla fine del 2019 in Cina, e non isolato in precedenza nell’uomo, che causa una sindrome respiratoria acuta grave denominata COVID-19 (COronaVIrus Disease-2019) dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

La famiglia dei coronavirus si suddivide in “sottofamiglie” identificate con le lettere dell’alfabeto greco “alfa”, “beta”, “gamma” e “delta” coronavirus.

I coronavirus sono comuni in molte specie animali e, in alcuni casi, possono essere trasmessi tra animali e persone (zoonosi), come è avvenuto per il SARS-CoV, trasmesso dagli zibetti (carnivori appartenenti all’ordine dei viverridi) all’uomo e per il MERS-CoV trasmesso dai dromedari all’uomo.